venerdì 10 dicembre 2010

I nostri biscotti non potevano che essere vintage

Poco meno di un anno fa ero appena tornata dall'India ed ero in crisi nera; da grande idealista quale sono, ero fortemente determinata a dedicare gran parte del mio tempo al mio personalissimo "progetto India".
Partii dal mio blog decidendo di regalare in un give-away due libri che avevo acquistato in una delle giornate più importanti della mia vita, tra le polverose e affollatissime strade di Calcutta. Due libri che - uno in maniera più realistica, l'altro parlando con metafore e sogni - rendevano almeno vagamente l'idea di cosa significasse vivere l'India.
Quel give-away fu vinto da una certa Mamma Cattiva, che cominciai a riqualificare come una delle persone più dolci che avessi conosciuto non appena scoprii il suo nome, antico e musicale, e il suo modo di fare (beh, dolce sì, ma anche ben decisa e con un modo di scrivere e di parlare che ti fa capire che hai di fronte una che non scherza mica tanto).
Preparai il pacchetto immaginando che fosse infinito, che potesse includere tutta l'India con i suoi sari, i suoi bracciali, le sue sete, la sua carta sottile chiusa con lo scotch come si faceva una volta anche qui.
Quando ricevette il regalo, Mamma Cattiva mi scrisse un "Namaste, Paola" che mi prese il cuore (ma davvero).
E poi, con il tempo (lungo nelle settimane, nei mesi - corto nei giorni troppo pieni) abbiamo iniziato a scoprirci, ad incontrarci, a capirci e a pensare anche di condividere qualcosa di più. Il nostro passato e, forse, il nostro futuro.
Quello spirito vintage che ci fa sospirare davanti ad un vecchio divano francese (tanto per dirne una).
Vorrei che lei mi insegnasse a guardare solo avanti.
Io, forse, potrei insegnarle ad apprezzare i volants :-)
Per ora, con la scusa di un concorso - di questo concorso - mi ha donato un segreto (e io le ho aperto le porte della mia casa di campagna): la ricetta dei biscotti di sua nonna Anna che qui raccontano una storia di amicizia. E una giornata che è durata troppo poco per sfogliare riviste, aprire armadi di vecchi vestiti, guardare i nostri bambini ridere, stendere tovaglie antiche, sfornare biscotti con i granellini colorati (e accostarli a rose vintage di ceramica):

  

p.s. La ricetta? Chiedetela a Mamma Cattiva ...

19 commenti:

Se ha detto...

che buoni questi biscotti!
a me verrebbe subito da infilare la mano nel barattolo coi pallini colorati...

MammaMaggie ha detto...

anch'io voglio fare i biscotti! è il mio buon proposito di Natale. quello rimasto, insomma, dato che l'altro (fare un albero gigantesco) è stato realizzato anche grazie all'aiuto di tutto il quartiere (il dottor Ross era via e i vicini mi hanno aiutata a portar su l'abete enorme che ho comprato in un vivaio vicino casa). PS: ho trovato un paio di stival da biker, tipo bikkembergs, camoscio marrone scuro. Mi piacciono da morire, ma li metto solo con le gonne o ci sono buone alternative che evitino l'effetto easy rider? bacioni.

pollywantsacracker ha detto...

senti ma, sei tu quella con i jeans? o è mc? ;)
a me piace da morire l'impasto crudo dei biscotti, e quello mi fa una gran voglia!

caia coconi ha detto...

che magia si respira.
che bell'atmosfera da bambine cattive.
siete splendide e son contenta di aver scoperto quelle prime battute della vostra amicizia, che non so com'è mi ero persa.
un abbraccio speciale paola

Mamma Cattiva ha detto...

Cmq i biscotti sono già finiti! Mi tocca tornare perché d'ora in avanti non sarà più a stessa cosa ;)
Adesso basta con le smancerie o la nostra amicizia diventa troppo trash, eh? :D

Paola ha detto...

Ciao, mi chiamo PAOLA, domani avrò 31 anni, sono un SAGITTARIO, nel mio balcone abitano un ORTENSIA e una CAMELIA arrivate quando mi sentivo troppo triste...e un CORBEZZOLO, che produce i FRUTTI dopo 3 ANNI per ricordarmi che l'ATTESA premia.I viaggi in AFRICA per dire che GUARDARE e VEDERE sono due cose diverse. Un uomo che mi ha "lasciato a piedi" e "senza scarpe" in una strada di campagna pensando che la sua auto fosse poco "adatta " a me costringendomi a fare l'autostop per ricominciare a vivere....Ma alla fine tutto si fa...e stamattina non ho combinato niente di in ufficio perchè ho letto metà del tuo blog...PIACERE DI CONOSCERTI.

bismama 2.0 ha detto...

I biscotti son bellissimi ma gli ingredienti sono meravigliosamente scaldacuore.
Anche a me piacerebbe conoscere meglio MammCattiva...con te ci sto provando e sei una persona straordinaria....lei, credo anche solo per essere simile a te, non sia da meno, anzi!!!

Un abbraccio!!!

PaolaFrancy ha detto...

@se: per noi cihanno pensato i nostri bambini!!!
@mammamaggie: dai che riesci a fare anche i biscotti per Natale! Per gli stivali da biker...a me piacciono con i jeans skinny e una camicetta romantica...
@polly: quella con i jeans e' mc...
@caia: ...
@mc: sapevo che avresti detto cosi'!!! Ah!ah! Uffa, non posso fare la sdolcinata che divento subito trash............
@paola: il piacere e' tutto mio. Dopo questa premessa direi che foooorse abbiamo qualcosa in comune, eh?
Non so se la tua coscienza sara' d' accordo, ma puoi tornare quando vuoi, leggere l' altra meta' del blog e dirmi cosa ne pensi! ...io adoro i sagittari che si chiamano Paola e coltivano fiori...:-)

Elisa Stocco ha detto...

Mamma Cattiva dev'essere una donna speciale, forte e decisa, proprio come te!!!!

supermamma ha detto...

che belle le amicizie che nascono sul web:-)

Silvietta ha detto...

che belle, bellissime, la tua casa in campagna dev'essere un sogno! Namaste Paola me lo ricordo ancora, come ricordo lo straordinario pacchetto: siete proprio due rarità!! un abbraccio a tutte e due. silvietta

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Gli incontri, le condivisioni, che ossigeno, che splendido antidepressivo!

polepole ha detto...

Uuuh, che belli quei biscottini! E che bella questa Amicizia nata proprio dove uno non se l'aspetterebbe (ma anch'io ho imparato che qui si trovano persone incredibili e sincere...)

Scusa, mi presento: polepole per gli amici. E... come mai ancora non ci conoscevamo? :))

Un saluto, a presto! polepole del CircoloVizioso

rosa ha detto...

quanto calore in queste righe :-)

le lezioni di volants quando iniziano? forse anch'io avrei qualcosina da imparare :-/

baci

PaolaFrancy ha detto...

@polepole: e chissa' perche' non ci siamo incontrate prima... L' importante e' rimediare...!
Benvenuta!
@tutte: :-)

mammadifilippo ha detto...

sai che io ti conosco grazie a mamma cattiva? avevo cominciato a leggere il suo blog quando mi sentivo una mamma cattiva anche io ( e dire che non ero ancora una mamma!) poi un giorno ho visto la tua borsa di hermes e nn ho potuto resistere

Good Morning PitLane ha detto...

Hai descritto un'atmosfera bellissima,magica, quasi da favola...
E la vostra amicizia è altrettanto bella!
Ed ora anche io ho voglia di preparare tanti biscotti che mi aspettano da troppo tempo! :)

Farmaciaserrage ha detto...

Bellissimi i biscotti e le mani realizzatrici.Meritatissimi i complimenti a Mc chissa' che non riusciamo a fare una prossima sessione di cucina multipla....

valewanda ha detto...

in questo post c'è tutto, ma soprattutto la bellezza di un'amicizia in divenire, speciale, come la Vostra. Un abbraccio, Vale