domenica 7 febbraio 2010

Il libro blogggggoso ... ci vuole una festa. E anche un BLOG CANDY!

Avevo progettato di farlo all' inizio del 2010. Cosi', appena sono tornata dall' India mi sono messa al lavoro.
E il libro blogggggoso* e' nato, grazie a Blurb!
Questo libro e' la storia di una crisi, di una lotta interiore, di una rinascita.
E' la storia di come io e Francesco siamo passati per boschi biu di alberi fitti per arrivare su un prato di campagna dove fare un pic-nic con la coperta a quadri stesa sull' erba.
E la bottiglia di plastica tagliata a meta' in cui mettere le more raccolte.
Comunque, visto che non ricordo - e non voglio ricordare - il giorno in cui ho deciso di aprire questo blog e sfogarmi sfogarmi sfogarmi e guarire guarire guarire ( mah ), ho deciso di non festeggiare questo anniversario, bensi' l' arrivo del libro blogggggoso.
Il mio BLOG CANDY non e' forse accattivante come gli altri ma, visto che ho deciso di dedicare parte della mia vita ( tutta proprio non posso ora, ma e' nei miei progetti ) alla causa "India", anche questo regalo sara' in tema.
So che non basta leggere, so che bisognerebbe andare la' per capire, toccare, vivere l' India, ma credo che quello che c' e' in questi due meravigliosi libri sia utile per assaporare ed immaginare cos' e' davvero.
Come ho gia' scritto , per me i due aggettivi piu' adatti a descrivere l' India sono MAGICA e TRAGICA. E questi due libri spiegano tante cose. Altre purtroppo no.
De "La citta' della gioia" ( Dominique Lapierre ) ho gia' parlato. Descrive Calcutta ( e, in particolare una zona della citta' ) nel modo piu' reale possibile. Per quanto sia possibile. Realmente.
Quando sono arrivata all' ultima pagina ho tirato un sospiro di sollievo. E' stato straziante, devastante. Come vedere Calcutta.
"Il Dio delle piccole cose" ( Arundhati Roy ) e' una meraviglia di scrittura e fantasia. Le sue parole, il suo modo di descrivere mi hanno letteralmente trasportata nel Sud dell' India ( il libro e' stato definito " un banchetto per i sensi" e io confermo ).
Me lo sono divorato in 7 giorni di treno. E avrei voluto che non finisse mai. Le ultime pagine mi hanno rapita, da quanto e' bella la scena d' amore che viene descritta.
Da quanto e' magico.
Nonostante questo, l' aspetto tragico prevale, anche ne "Il Dio delle piccole cose".
Tant' e' che secondo me contiene uno dei passaggi piu' azzeccati per descrivere l' India:
"Quel Dio Grande ululava come un vento caldo e chiedeva obbedienza. Il Dio Piccolo ( ... ), andava via come cauterizzato, ridendo in modo insensibile alla sua stessa temerarieta'. ( ... ) Niente importava molto. Niente molto importava. E meno importava, meno importava. Non era piu' abbastanza importante. Perche' le Cose Peggiori erano successe. Nel paese da cui veniva, avvelenato per sempre tra il terrore della guerra e l' orrore della pace, le Cose Peggiori continuavano a succedere. Cosi' il Dio Piccolo fece una risata vuota, cava e ando' via allegramente. Come un bambino ricco in calzoncini corti. Fischiettava, prendeva a calci i sassolini.
La fonte di questa fragile euforia era la relativa piccolezza della sua sventura.
Si era arrampicato fino agli occhi delle persone ed era diventato un' espressione esasperata."
( scusate, ho tradotto dall' Inglese e sicuramente non e' una traduzione perfetta )
.
Allora, se volete partecipare e vincere questi due libri per farvi trasportare prima tra i vecchi riscio' di Calcutta e poi nel rigoglioso, umido, ancestrale sud, dovete semplicemente lasciare un messaggio e, se lo volete, pubblicare la foto che trovate qui accanto sul vostro blog, se ne avete uno. ( La foto rappresenta ancora una volta i contrasti dell' India: la magia dei fiori da portare in dono agli Dei e, subito dietro, la fogna in cui ci si lava e con la cui acqua si cerca di sopravvivere ogni giorno ).
Il "concorso" si chiudera' Venerdi' prossimo, 12 Febbraio e le estrazioni avverranno Sabato, 13 Febbraio.
Per me e' un bel regalo. Spero lo sia anche per voi.
Ora lascio trovare al mio libro blogggggoso un posto in libreria, tra i miei preferiti. E, mentre il Moschettiere torna dal bosco dove e' andato a tagliar la legna, metto in dispensa i semi appena comprati, in attesa che venga il tempo per piantarli in giardino. E poi, aspettando di riabbracciare Francesco questa sera, mi godo lo spettacolo dalla veranda della casa di campagna e metto le uova nelle pagine del giornale, pronte per essere portate dagli amici che ci hanno invitato per pranzo.

* come lo chiama il Moschettiere.

14 commenti:

piermarina ha detto...

complimentissssimi!!!!

Marlene ha detto...

grazie mille per l'invito e partecipo senza indugi!!

Se ha detto...

Io partecipo!
Grazie per l'opportunità.

Mamma Cattiva ha detto...

Eccomi qui. Non potevo mancare al profumo dell'India, in tutte le sue intensità. Infondo rappresenta la nostra attrazione fatale di esseri bipolari.

raffa ha detto...

io partecipo con gioia...sembra veramente un bel blog candy e per quanto riguarda i libri mi hai proprio incuriosito...li leggero'----

Gallinavecchia ha detto...

Eccomi, partecipo con grande piacere"!
Di Dominique Lapierre ho già letto "Stanotte la libertà" scritto a quattro mani con Larry Collins, e l'ho trovato bellissimo (parla di Gandhi ma non solo).
Interessante questo Blurb... è tanto che avrei voglia di concretizzare su carta, solo per me stessa, le pagine del pollaio... chissà che questa non sia la volta buona!
un abbraccio a te e al lappio
Gallina

Marilena ha detto...

Partecipo più che volentieri! Grazie!

Yaya ha detto...

Eccomi, arrivo anche io! E se vinco, il premio però lo vengo a ritirare insieme alle pata...chissà mai che piacciano a Francesco ;-))))

ps: anche il mio lui è stato per un pò in India. Sono passati anni, tanti, ma ne parla ancora come se avesse visto un altro mondo.

Patrizia ha detto...

caspita ti avevo già messa tra i miei preferiti, ma non avevo letto questo post così bello!!! in India non ci siamo mai stati, ma come dici tu deve essere un paese magico e allo stesso tempo tragico ... pochi mesi fa c'è stata per lavoro mia sorella e anche lei è rimasta colpita da questo paese ... tutto questo per dirti che certo che partecipo al tuo book candy
a presto Patrizia

Snezana ha detto...

Oh accidenti spero di essere ancora in tempo,ero malata!Lo metto subito da me,vale fino a mezza notte spero?!

PaolaFrancy ha detto...

vale vale nena!
mi spiace che eri malata ...
bacio, paola

solitaMente ha detto...

Beh queste sì ke son soddisfazioni!!!!! Quindi innanzitutto COMPLIMENTI per il libro ;) e visto che mi hai incuriosita ti verrò a trovare spesso :) ...ora scusami ma devo correre a mettere il link a questo candy :)))
Baci e buona giornata!

EricaML ha detto...

anche io partecipooooooooo!!!!!!!!!

beba ha detto...

sono arrivata tardi ma mi complimento con te e con chi vincerà questo blog candy