venerdì 29 maggio 2009

vicini di oggi, parte II - sulla solidarietà con il popolo

Ieri altro giro, altra corsa, altri scatoloni.
Nel bel mezzo del casino arriva il proprietario di casa. Grazie agli insegnamenti di mia madre ( "per ben apparire bisogna soffrire" - penso abbia cominciato a dirmelo nella culla ), ero ancora intenta a spacchettare indossando un tacco 12.
In sostanza ero sporca, puzzavo, i capelli me li ero "lavati" in ufficio con lo shampoo secco all' avena ( non ho ancora la corrente, la caldaia non va e la mattina vado a farmi la doccia a casa di mia mamma che non ha lo shampoo perchè lei va solo dal parrucchiere ... stendiamo un velo pietoso ), ma almeno stavo sui trampoli.
Il signor proprietario di casa è stato molto cortese. Credo sia passato per rassicurarmi sulle due frustrate ( ebbene sì, sono due, non una!!! ) che si sono lamentate. Ho scoperto che queste ultime lo hanno beccato nella piazza del paese e gli hanno detto: "Ma insomma, chi ci hai mandato? ( ?!? ) Ha fatto rumore fino a tardi, al mattino presto ha tirato su la tapparella di colpo e abbiamo fatto un salto nel letto ... e poi ... cammina con i tacchi in casa!!!"
Dunque, a parte che "Chi ci hai mandato?" ... ??? Ci sono rimasta di merda. Mi sono detta: "1) ci vuole un bel coraggio a dire una frase del genere 2) non hanno un po' di "pietà" per una ragazza sola con un bambino? Anzichè stare lì a spiare dietro le tapparelle e controllare quanti scatoloni porto, perchè non vengono a chiedermi se ho bisogno di qualcosa?"
Eh, certo, nella loro testa "donna sola con bambino" = "questa apre una casa d' appuntamenti e quando avrà un cliente lascerà il bambino urlante chiuso in bagno"
Sorvolerei poi sul discorso del rumore, visto che stamattina alle 5,20 mi sono svegliata IO perchè qualcuno stava trascinando i bidoni dell' umido e che alle 6 sono partiti 42 motorini dai box.
Ma sui tacchi non sorvolo, no. Eccheccavolo, io ci vivo con i tacchi. Sono andata a partorire con il tacco ( qui sono dovuta scendere a compromessi, il tacco 12 non avrebbe retto i miei 30 kg in più ), rincorro mio figlio al parco con il tacco, guido con il tacco, prendo il treno, la metro e il filobus con il tacco.
Vuoi che non possa camminare a casa mia con il tacco, soprattutto quando sotto ho solo i box e i 42 motorini che partono ogni mattina alle 6?
A me toccami tutto ma lascia stare mio figlio, le persone che amo e i miei tacchi 12.
Vorrei che alle zabette frustrate fosse chiaro il messaggio. Devo solo pensare come farlo pervenire. Lascio un biglietto con l' indirizzo del blog?
Oppure avevo pensato anche a questa scritta:
"Vi chiedo di essere essenzialmente umani, ma così umani da avvicinarvi al meglio di ciò che è umano, purificare il meglio dell'uomo attraverso il lavoro, lo studio, l'esercizio della solidarietà continua con il popolo e con tutti i popoli del mondo ..."[Ernesto Guevara de la Serna, El Che]
In fondo, non vedo perchè dovrei soffocare la nostra anima comunista ( mia e di Francy )
Almeno, se lascio il messaggio stasera, domani in piazza le due frustrate avranno degli argomenti: diranno che nel loro cortile è arrivata una poco di buono che non ha marito ma ha un bambino, che la sera e la mattina presto fa dei balletti porno sui tacchi 12, che ha una marea di scatoloni ( chissà cosa ci sarà mai dentro, sicuramente manette e fruste ) e ... pensate ... è anche comunista! Roba da non credere!!!
Uff ... non ci sono più le ragazze di una volta ...

11 commenti:

Rox ha detto...

Povero tesoro!certo che hai trovato le sorellastre di Cenerentola come vicine...
Mi hai fatto ridere,troppo forte come racconti i probabili pensieri malati delle due streghe!!hahahha

Mamma in 3D ha detto...

Ricordi quando, qualche settimana fa, mi hai espresso tutta la tua ammirazione per la mia organizzazione in scatoloni del guardaroba dei bambini? Ebbene io, qui e ora, ti esprimo tutta la mia, di ammirazione, per la tua capacità di vivere sul tacco 12: io non potrei mai! :-DDD

Per quanto riguarda le vicine, qualsiasi provvedimento tu decida di prendere, sono con te ;-)

beba ha detto...

Oh che persona terribile sei... quasi quasi mi
cancello dal tuo blog.....povere donnine chi gli capita come vicina...

Marilde ha detto...

Io adoro i tacchi, ma più bassi, che 12 non ce la posso fà. Tutta la mia ammirazione per l'abbinamento tacchi, traloco. E tanta solidarietà sui vicini, tasto per me dolentissimo...

Snezana ha detto...

Allora,queste due sono proprio delle arpie!Sei appena arrivata,ma che cavolo vogliono,neanche ti conoscono!
Sui tacchi sono d'accordo,visto che non hai nessuno sotto di te,sei libera di portarli,se avesi qualcuno,non è una cosa piacevole (ti dico dalla mia esperienza personale),però,tu non c'è l'hai,quindi,fregatene!

Trilly ha detto...

ciao!! credo sia una delle prime volte che vengo nel tuo blog, ho letto un po' in qua e in là e son già riuscita a farmi un paio di piantini...(a 15 settimane e passa mi posso ancora permettere di dar la colpa all'ormone?=)
sei emozionante...
onorata dai tuoi passaggi sul mio blog, tornerò prestissimo e spessissimo da te, tu e il tuo bambino siete BELLI, belli nel senso più pieno e infinito della parola!!!
ti abbraccio forte
Giulia (trillycredeneisogni)

Sonia Luna ha detto...

Che menate ste vicine! Io direi di ignorarle e continuare ad indossare i tacchi ... magare anche iniziare lezioni di flamenco o tap nel tuo appartamento!

erounabravamamma ha detto...

cavolo. ti ammiro. dai che ce la fai, dai che ce la fai

caia coconi ha detto...

senti, a parte che ti erigerò un monumento perché pur amando visceralmente le scarpe con i tacchi, non sono mai stata capace di farne il mio basic quotidiano, io tenterei una strada morbida, altrimenti queste ti fanno veramente saltare la brocca.
io ho vissuto una cosa simile (ormai tanti) anni fa con le inquiline della mia prima casa da studentessa. non scendo in particolari, ma la mentalità era quella che mi pare intuire delle tue simpatiche vicine.
prova ad andarle a trovare con una crostata homemade e chiedi loro qualche consiglio su punti di riferimento del nuovo quartiere. fai vedere che "iconosci la loro anzianità" e la "rispetti". vacci con tuo figlio, non potranno non sciogliersi.

almeno prova.
fatto questo poi, non è che ci devi mangiare insieme, se continua la solfa IGNORALE.
poracce, non hanno altro a cui pensare...

Silvia - Mamma Imperfetta ha detto...

Io invidio le donne che sanno portare il tacco con disinvoltura.
Io sono sempre in ballerine o sandaletti bassi.
Però sopporto a fatica chi li usa in casa...piano primo, secondo o terzo rimbombano in tutta casa!!!
Meno male che non siamo vicine ahhaha!
Io ti avrei aiutato certamente con gli scatoloni, avrei intrattenuto Franci, sarei stata contenta di una coetanea con prole vicino...ma ti avrei gentilmente chiesto di infilarti un paio di Havajanas per casa. :D

cinzia ha detto...

Innanzitutto complimenti per tt ciò che riesci a fare con il tacco 12... io non ce la potrei proprio fare.... vado di ballerine e infradito rasoterra....
Per le vicine .... sistemale subito, così ti togli il pensiero...
Un bacio!