sabato 29 maggio 2010

ebbene sì, mi sono ubriacata ( anche ) a Istanbul

Istanbul è una grande metropoli. Le moschee e le antiche case di legno del periodo ottomano si mescolano a grattacieli di vetro e ad una miriade di locali notturni.
Il Bosforo, rimasto l' unico sultano della città, detta legge.
E verso sera è così:



Tra tutte le formichine agghindate a festa che si dirigono verso uno dei milioni di ristoranti ... ci siamo anche noi.
.
Cenare con amici turchi significa tante cose. Tra le altre, le due principali sono: divertirsi e ubriacarsi. Ecco, noi abbiamo fatto tutt'e due. E, dopo una meravigliosa cena sul Bosforo, siamo finiti in una delle discoteche più alla moda di Istanbul, il Reina. Dove la musica dance occidentale si mischia a quella locale.
L' unico posto al mondo - credo - dove mentre si balla si vede passare un' enorme nave mercantile che sta attraversando lo stretto a pochi metri di distanza dalla pista.
Il Moschettiere aveva un ricciolo che gli copriva l' occhio e per tutta sera era talmente fuori che nemmeno se n'è accorto. Nemmeno io, se è per questo. L' ho notato da una foto solo ora.
I nostri amici turchi sono speciali: non solo ti accolgono a braccia aperte e ti riempiono il bicchiere di raki ogni due secondi, ma parlano benissimo italiano e nella vita organizzano proprio viaggi e visite della città ( e di tutta la Turchia ).
Segnatevi questo contatto:
MARVELTOUR - incoming@marveltour.com.tr
Berra, Nur e tutti gli altri amici sapranno sicuramente come farvi sentire a casa vostra.
.
A domani, con altre avventure istanbuliane.

5 commenti:

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Ricordo una notte magica passata a giocare, bere e ballare con un camionista turco ai confini col Kurdistan: persone splendide, accoglienti, affettuosissime, un pò troppo inclini a riempirti continuamente il bicchiere. Nessun problema per una povera astemia come me, ma la visione di mio marito insolitamente alticcio coinvolto in una danza del ventre col turco che aveva appena sconfitto a Backgammon è una dei più divertenti miei ricordi di viaggio!

pollywantsacracker ha detto...

ma belloooooo!
non so cosa darei per potermi permettere di viaggiare! istambul però mi ricorda l'atmosfera inquientante del film "la sposa turca"...bellissima pellicola, che ti consiglio, anche se a un certo punto ho dovuto abbandonare la sala per piangere in bagno...(e pensare che qui è stato proiettato durante una rassegna d'essai in un cinema parrocchiale!!!)
dai dai, raccontaci qualcos'altro del tuo viaggio!

Sonia Luna ha detto...

L'ubriacarsi ad ogni opportuna occasione e' una tradizione di famiglia che va mantenuta!

Lalaura ha detto...

Istanbul è uno dei "must" sulla mia lista (lunga...) dei prossimi viaggi.
Divertiti!

Gabriella ha detto...

Bello! E' una delle città che amerei davvero visitare. Grazie per il contatto...Ciao Gabry