venerdì 28 maggio 2010

alba a Istanbul - live

Come sempre abbiamo rischiato di perdere il volo, io e il Moschettiere. Non solo - il Moschettiere ha rischiato di perdere anche il passaporto, al momento dell' imbarco. Le hostess si sono persino segnate il suo nome per sfuggire a lui e alle sue trovate, nel caso dovessero rivederlo ad un imbarco futuro.
Alla fine sono stati solo dei rischi. Siamo arrivati.
Non vedevo l' ora di visitarla con lui, questa Istanbul, che è casa sua.
.
E' l' alba. Di un nuovo viaggio.

5 commenti:

minerva ha detto...

Non ci sono mai stata, ma le tue parole mi ci trasporteranno.
Baci

Se ha detto...

buon viaggio

M di MS ha detto...

Che invidia! Ma viaggiate tantissimo!

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Splendida Istambul, crocevia di culture.
Ricordo distintamente l'emozione di imboccare un ponte in Europa e scenderne in Asia...
Ottimo viaggio,
DaniVS

caia coconi ha detto...

ciao paola, è un po' che non scrivevo. è un piacere passare di qua e leggere queste emozioni belle, questo calore, questi viaggi.
fai tesoro di ogni istante,
un abbraccio