venerdì 30 aprile 2010

India eccomi, sono ancora qua. Live from Madras.

Io e il Moschettiere siamo venuti a trovare un accordo con gli indiani. Io li adoro ma lavorarci insieme è uno incontro-scontro di culture.
Siamo partiti ieri pomeriggio e ripartiamo domani notte. Uno sbattimento mica da ridere. Ma non importa. Perchè per due giorni assaporerò il gusto della mia India.
Mentre scrivo è tutto un suonare di clacson. Mi ero scordata di questo particolare.
Tra poco andremo in azienda. E lì, lo so, non saprò essere agguerrita come mi vuole il Moschettiere - primo perchè ho un jet-lag da paura e secondo perchè io mi sciolgo quando vedo il tempietto all' interno degli uffici, gli uomini con la fronte dipinta per la preghiera, le donne che lavorano in sari.
Se ci confermano un incontro, domani prenderemo un altro aereo e dormiremo in un fantastico aeroporto di non so quale città indiana, perchè non facciamo nemmeno in tempo a tornare in hotel. Vabbè. Nuovi incontri, nuovi stimoli, nuove città.
Mi manca Francesco. Vorrei che fosse qui. A rimanere affascinato da questa magica India.

11 commenti:

yaya ha detto...

Ciao paoletta! Buon viaggiooooo :-))

Patrizia ha detto...

ciao
Madras ... mi sembra di essere lì!!! pochi mesi fa c'è stata mia sorella, anche lei per lavoro e per la prima volta in India, è rimasta affascinata dal loro modo di vivere e spera di poterci tornare!!!
goditi la tua india, riempiti gli occhi dei colori, ascolta i suoni e i profumi e poi torna più carica di prima!!!
un abbraccio Patrizia

Se ha detto...

WOW! goditi questo momento!
un abbraccio.
Ps: sta mattina mi son messa le scarpe col tacco e ti ho pensata!

Snezana ha detto...

Adesso sei la!?Che bello,faticoso ma bello.Francesco lo porterai un altra volta,con più calma, perché ci ritornerai di nuovo,lo so!Buon lavoro e divertimento!

raffa ha detto...

deve essere veramente emozionante anche nella frenesia di un viaggio breve il fatto di ritrovare i luoghi e la cultura che ami...buon viaggio!

pollywantsacracker ha detto...

bellissimo! un po'di invidia (buona) tranne che per il jet lag!

minerva ha detto...

L'India è sempre stato il mio sogno. Un paese pieno di aromi, di suoni, di una povertà sconfinata che eppure sa di dignità estrema.
Baci
Minerva

diana ha detto...

ciao ma che bello...io che sono nel mio triste ufficio...darei qualsiasi cosa per fuggire lontano

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Mmmm, praticamente India dalla mattina alla sera.... Ritiro quello che ti ho scritto privatamente.
Però, almeno un'annusata ce la fai a darla!

PaolaFrancy ha detto...

eccomi qui ... sono stravolta a dir poco.
appena ho tempo racconto un po' delle nostre avventure ...

EricaML ha detto...

trasmetti tutto il fascino di cio che vedi... buona permanenza anche se sarà poca. un bacio