mercoledì 6 febbraio 2013

Di scarpe da principesse e corone da principi

Le principesse moderne affrontano l' inverno come possono. Non hanno lunghi abiti o mantelli con il collo in ermellino. Forse grosse maglie a coste, jeans, pantaloni a sigaretta e qualcuna anche la variante più alla moda: ampi e morbidi pantaloni lunghi quasi fino a coprire le scarpe.
Gli stivali sono pratici, si sa, e le principesse moderne li usano (e a volte ne abusano), ma quando al mattino fa chiaro sempre prima, nonostante il freddo, a loro viene già voglia di scoprire i piedini (o succede solo a me???).
Ciò che sono sicura non venga solo a me è la voglia di uscire dai colori del freddo, da quelli che permettono alle principesse di coprirsi senza sfidare l' inverno con toni sfacciati (cosa che, comunque, io faccio di tanto in tanto anche nei mesi più freddi).
In ogni caso, in questi giorni di mezzo tra il Natale (che anche se fosse caldo vorrebbe comunque dire "pieno inverno") e i sentori di primavera, si abbandonano - o si accettano con molta fatica - i materiali più pesanti. Le principesse moderne, ispirate dalle nuove vetrine dei negozi, studiano combinazioni di vestiti e scarpe ed è proprio in questi momenti che il nero risulta il colore giusto per scacciare i marroni e i grigi dell' invermo ed accogliere i beige, i verdi, i blu della nuova stagione.
Il freddo del mattino calma i bollenti spiriti, ma già nel pomeriggio riappaiono, mettendo nella testa delle principesse nuovi colori, camicie più aperte, giacche sgargianti.
Questa mattina ho deciso di non spegnere alcuno spirito. E ho abbandonato - anche solo per un giorno - i miei stivali.
Il risultato è un total look nero, ma con un paio di piedini coperti solo da Mary Jane' s maculate. Penso siano felici.
 

 
 
Francesco mi ha detto che queste scarpe gli piacciono molto. E mi fido del suo gusto da principe di altri tempi. Oltre alla spada - che usa con eleganza - ora ha anche una corona. L' abbiamo creata insieme, partendo da una bottiglia. Se vi va di non buttare via l' ennesima bottiglia che poi non si sa nemmeno se sarà riciclata, fate come noi. Qui trovate tutti i dettagli ;)
Buona giornata, principi e principesse.
 

8 commenti:

Silvietta ha detto...

a me piacciono sempre tanto le tue storie. è come se guardassi il quotidiano ma raccontassi delle favole... :* bacini f.

franci e vale ha detto...

Ma che carini....a partire dai piedini coperti di scarpine maculate, al principe con corona scintillante!!bacioni a tutt'e due!

Pellegrina ha detto...

Decisamente NON sono una principessa. Piuttosto una ranocchia impellicciata. Pazienza, se nessuno mi bacerà. Me ne starò calda e imbozzolata su una foglia di ninfea a guardarmi intorno curiosa. Aspettando che passi un pittore magari, all'alba. Con i pennelli pieni di bianco, di verde e di rosa.
Però le scarpette maculate le vorrei lo stesso. Oh, se le vorrei. Col laccetto. Che adoro.
E oggi ho messo gli stivali con il tacco alto. E le stringhe ;-).

Milkfree ha detto...

Io non sono una principessa..direi piuttosto che sono una fata..tanto come dicevano i Black Sabbath "Fairies wear boots" no?
E io sono una di quelle che abusa degli stivali..li amo proprio..e anche se, come dici tu, ho tanta voglia di abiti primaverili, so già che farò fatica a salutare i miei stivali..

Marta ha detto...

tu fai sognare...

PaolaFrancy ha detto...

@pellegrina: tu sì che sei un' allieva modello ;)

Un bacio a tutte...e grazie.

Pellegrina ha detto...

Modello? Questa non me l'aveva mai detta nessuno :-).
E oggi, per strafare, stivali c.s. con tubino, dolce vita (spesso), cintura con fiocchino... e un bel successo sul lavoro! ;-)

PaolaFrancy ha detto...

@pellegrina: grande! ;)