mercoledì 20 luglio 2011

Stylish classes in the rain

Questa mattina c' erano 12 gradi quando sono uscita di casa.
Ma almeno il cielo era pulito. Strano, considerando la pioggia inquietante di ieri (inquietante perchè non aveva molto a che fare con un rapido e prevedibile temporale estivo).

In ogni caso, che sia una pioggia improvvisa o annunciata, credo che la maggior parte di noi si sia posto questa domanda ieri, guardando fuori dalla finestra e dando un occhio all' armadio: "Cosa diamine mi metto?".
Acqua (= vietate le scarpe e gli accessori in suede), temperature mattutine decisamente basse rispetto allo standard (= capo outerwear extra d' obbligo), umidità costante, che a metà giornata rialza le temperature e abbassa la cappa sulle teste (= abiti comunque leggeri da indossare a strati).
Quindi? Come uscire indenni da una giornata meteorologicamente parlando "impossibile" ed essere sempre chic? Così!:

Regola  numero 1) se la pioggia vi sorprende una volta uscite di casa, siete giustificate...ma se uscite con colori neon nonostante il cielo grigio...beh, no, non lo siete. Quindi vietati i colori troppo sgargianti - soprattutto se tutti insieme e mischiati (succede spesso e ne ho le prove);
Regola numero 2) indossate materiali che non si rovinano con la pioggia. Il migliore, in questi casi, è assolutamente la vernice. Pratica (se si entra per sbaglio in una pozzanghera e le scarpe si sporcano, basta una salvietta per farle tornare perfette), chic, versatile (pur sembrando un materiale adatto alla sera, la vernice è molto più indossabile di quel che si pensi. Ovviamente, se portata durante il giorno, non va abbinata a giacche smoking o abiti in paillettes...);

Detto questo, ecco qualche esempio:
Black patent in the rain

A me diverte portare le scarpe di vernice (soprattutto le mary-jane's) con giubbini sportivi. O ancora meglio, con le field jackets  in cotone con tasconi ed elastico in vita come si usano quest' anno.

Oppure, se si ha voglia di colori naturali come il beige o il marrone, una proposta è quella di portare un tubino (anche in un tessuto delicato) con un giubbino in pelle. Lo rende più aggressivo e moderno. E il tutto sta bene con gli accessori in vernice. Che possono ritornare sugli stessi colori (alzandoli o abbassondoli di tono per non sembrare un albero :D) oppure virare sul nero, sempre perfetto.

Natural colors in the rain


E infine, se non riuscite a fare a meno del colore, giocate con gli accessori. Il K-way? Capo intramontabile da tenere sempre nell' armadio. Un vero must-have che, tra l' altro, è bellissimo con le scarpe colorate di vernice (e ha il cappuccio incorporato...meglio di così...)

Colorful shoes in the rain


Insomma, mai disperarsi...una soluzione per apparire sempre belle c' è :)

12 commenti:

Marta ha detto...

grande verità: la vernice con la pioggia è perfetta!!!

ottimi spunti!

pollywantsacracker ha detto...

bellino il k way, fa troppo anni 80! io ho messo direttamente jeans e maglietta.
sto cominciando a programmare, molto lentamente, le ferie.
ce la facciamo a beccarci in agosto?
Baci.

franci e vale ha detto...

avrei dovuto leggerli ieri mattina i tuoi consigli.....uscita di casa con tubino bianco e tacco 10 nero (in vernice, però, adesso che ci penso)non ho potuto far altro che aggiungere a strati un golf dimenticato in studio e un miracoloso impermeabile anche lui lì sull'attaccapanni...Come fine giornata un giro a vedere una casa(a breve un cantiere) all'aperto, sotto l'acqua...e tornata a casa, tuta e una bella pastina!!!

lorenza ha detto...

Quassù sulle montagne ce ne serve anche uno "in the snow". Bello l'accostamento k-way e tubino blu!

PaolaFrancy ha detto...

@marta: ;)
@polly: io sono ancora in alto mare...ho deciso solo metà vacanze...
@franci e vale: eh, lo so! ieri c' è stato il delirio!!! però tu tieni buone le scarpe di vernice per la prossima pioggia :)

Zia Atena ha detto...

L'ultimo set è meravigliooooosooooo...

E soprattutto EVVIVA LE STYLISH CLASSES che son tornate.... :-)

Snezana ha detto...

Magari ci fosse la pioggia anche qui,non riesce proprio ad arrivare!Io neanche esco più dalla casa, sopporto veramente male questa estate e ci è saltato(un altra volta) il viaggio a casa...

roberta ha detto...

sto leggendo il blog dall'inizio, sono a settembre 2010, e intanto ti mando un saluto!
roberta

roberta ha detto...

ok, letto tutto. condivido la passione per i pois e per il blu. e per il sud (mi occupo di africa per lavoro e sono in partenza per il mozambico con mio figlio, 15 mesi, e il suo babbo, per dire). da oggi divento dunque un'affezionata lettrice.

PaolaFrancy ha detto...

@roberta: beh...prima di tutto grazie 1000 per esserti dedicata cosí al mio blog...
E poi questa cosa dell' Africa mi incuriosisce parecchio.

Benvenuta, di cuore :)
Paola

bismama 2.0 ha detto...

Adoro adorooooooooooooooooo!!!

Elisa Stocco ha detto...

Non credevo che il k-way fosse un must...da piccola mia madre mi obbligava ad indossarlo ed io non mi sentivo per niente a mio agio, anzi goffa e brutta.
Besos