martedì 19 luglio 2011

I dialoghi della camera da letto

Ore 21,11. "Perchè non mi rispondi?" (messaggio del Moschettiere).
{Perchè sono sul treno, amore mio. Non ho sentito}
Ore 21,19. Lo chiamo. Non risponde. Chiamo a casa. Niente.
Salgo in macchina e mentre vado verso casa chiamo infinite volte ma nessuna risposta. Diventa buio. Ho un mal di testa da paura, le tempie sono martellate da colpi continui. La gamba, come al solito, mi fa male. Mi fa pensare che l' operazione che ho fatto è stata davvero inutile. Sogno il letto.
Quando arrivo, alle 22,00, vedo che sono accese solo le luci della camera da letto. In effetti avevo detto al Moschettiere di non prepararmi nulla per cena e che mi avrebbe fatto piacere se lui fosse venuto a dormire subito con me, quando sarei arrivata (di solito lui mi raggiunge dopo). {Avrebbe anche potuto accogliermi all' ingresso, però...}
Entro in casa.
Il Moschettiere mi urla il suo solito "Ciao Principessa" dal piano di sopra.
Ma io ho solo voglia di togliermi i tacchi 12 e prendere qualcosa per il mal di testa e di gamba.
Mi raggiunge. Ma io sono già diventata una iena. E comincio a salire le scale per spogliarmi e buttarmi nel letto.

"Perchè non mi hai risposto?"
"Anche tu non mi hai risposto!"
"Ok! Ma io non avevo sentito UNA chiamata! Tu non hai risposto a 10 chiamate! Se mi fosse successo qualcosa? Se avessi avuto bisogno?"
"Ma non hai avuto bisogno! E poi, ho lasciato il telefono in macchina!"
"Ma tu non potevi saperlo! E perchè non hai risposto al telefono di casa?"
"Non ha suonato. Giuro."
"Ha suonato. Solo che tu sei di sopra, nel letto...come avresti potuto sentirlo?"
Nel frattempo sono già nel letto, con gli occhi chiusi. Mi chiedo - tra una risposta al Moschettiere e l' altra - perchè ho la voglia e la forza di polemizzare su questa cosa del telefono. {Ah, già. Perchè questa è l' ennesima volta}
"Amore, ti amo"
"E allora perchè non rispondi al telefono quando ti chiamo? Non eri preoccupato? Io, sola, al buio, sulla strada..."
"Amore, non c' era nulla di cui preoccuparsi. Non è successo niente. Sono qui con te."
"Ho freddo"
"Ti dò anche la mia coperta"
E mi butta tutte le coperte addosso disfando il letto. Poi si alza.
"Mmmmhhhh. Uffa, ho freddo, un mal di testa allucinante, male alla gamba, sono stanca morta, non mi hai risposto al telefono e adesso mi disfi pure il letto???"
Torna con una coperta ENORME (non so nemmeno dove l 'abbia scovata), pesantissima.
Io sto rifacendo il letto. Mi viene quasi da piangere dalla stanchezza. Ci rimettiamo a letto aggiungendo la coperta enorme e pesantissima solo dalla mia parte.
"Amore. Adesso però calmati. Dove hai male alla testa?"
"Ma che cazzo di domanda è?
Il Moschettire scoppia in una grassa risata dandomi della rompicoglioni.{Non me lo spiego...}
Poi mi abbraccia e mi scalda.
Ecco, era questo che volevo tanto. {se mi avesse anche risposto al telefono, però :D}

8 commenti:

Ondaluna ha detto...

Tutta la vita di coppia è un eterno compromesso, un eterno sbilanciarsi da un estremo all'altro.
E' nel passare tra questi due stati, e percorrendo tutta la strada, che si incontra l'amore.

MammaMoglieDonna ha detto...

non si può avere tutto dalla vita, no?

Mellon Collie ha detto...

Mmmm Paola mi sa che sei a rischio convocazione da parte del sindacato dei moschettieri!
Questo è però uno scquarcio di vita nel quale un po' tutte ci possiamo riconoscere, il bisogno di essere accolte e amate nonostante la luna storta, la meteoropatia, la sindrome premestruale e chi più ne ha più ne metta.
Certo che però il telefono quando aspettano una chiamata di lavoro mica se lo scordano in giro o non lo sentono eh??!! (ok questa era la rompicoglioni che alberga nel mio profondo che ha preso il sopravvento, non ascoltarla).
A uno che ti saluta chiamandoti Principessa comunque DEVI perdonare (quasi) tutto.

Marta ha detto...

sono belli questi "spaccati" di vita vissuta....mi fanno sentire meno sola!!!!

PaolaFrancy ha detto...

eh, ma guardate che gliene perdono tante, eh?
e poi ieri sera era in buona (o aveva capito che io ero troppo in "brutta")...perchè di solito non fa così... :)

Fabi ha detto...

Beh dai, alla fine ciò che volevi lo hai raggiunto...poi anche a me capita che ci sono delle volte che ho voglia di polemizzare su tutto...poi per fortuna passa!!!

Zia Atena ha detto...

Io anche a voler polemizzare...troverei solo me stessa..e nessuno che NON risponde al telefono...

E poi l'idea della copertona..è proprio bella...proprio da Moschettiere premuroso ecco...

PaolaFrancy ha detto...

@fabi: ci sono volte - come ieri sera - in cui, anche se mi rendo conto di quanto grottesca sia una situazione, non riesco a fermarmi! mah.
@ziaatena: sì, l' idea della copertona è stata dolce... :)