domenica 27 marzo 2011

a proposito di femmine

Paola e gli uomini.
No, perchè son qui che mi chiedo, come momento di straordinaria evasione dai miei pensieri: come ho conquistato gli uomini della mia vita?
Tralascerei gli amori adolescenziali e pre-matrimonio che, tranne qualche rara eccezione, NON ho conquistato perchè con estremo ritardo ho capito che uscivano con me solo per vedere se gliela davo. E dopo che non l' avevano avuta, si giravano e trovavano una con le tettone che la dava (e io riempivo le pagine della Smemo, da adolescente. Le orecchie delle mie amiche, da "grande").
Quando sono uscita per la prima volta con il papà di Francesco, gli ho parlato tutta la sera del mio ex, che mi aveva mollata - anche se gliel' avevo data. (Mah) Poi gli ho detto che avevo freddo e mi sono fatta portare a casa.
Il primo appuntamento con il Moschettiere è andato in maniera decisamente diversa, nel senso che abbiamo parlato poco e concluso molto.
Da qui si dovrebbe dedurre che non siano state le mie doti intellettuali a conquistarli. Ma io, che sono molto autoironica (sì, sì) ci rido sopra e mi illudo del fatto che il papà di Francesco sia andato oltre il mio aspetto fisico (che era la sola cosa di cui parlava da quando avevamo 12 anni e mi tampinava per le vie del quartiere mentre io ero intenta a farmi prendere per il culo da tutti gli altri) e che il Moschettiere si sia innamorato dei miei post, visto che il blog è stato galeotto nel nostro caso (e che quella sera abbia solo consolidato. Cosa? Mah).
In ogni modo, su questo non ci piove, li ho conquistati. E, se nel caso del papà di Francesco la situazione di partenza era alquanto a me favorevole (essendo lui innamorato di me da quando avevamo 12 anni - vedi sopra), nel caso del Moschettiere era tutto l' opposto.
Ho fatto fatica. Non tanto ad ottenere quel primo appuntamento, quanto a consolidare - appunto - grazie agli sviluppi che ci sono stati. E che non mi sembra il caso di dettagliare.
Il fatto è che io sono la perfetta reincarnazione del prototipo di donna che viene sfottuto al cabaret.
Quella che durante una litigata vuole rompere il capello in 10, che si ricorda tutte le parole dette e le pesa con attenzione. La mia specialità, poi, sono i fatti retrodatati. Meglio se di mesi/anni.
Sono anche quella che quando nota qualcosa che non le sta bene, parla. Cosa che per un uomo è una vera e propria sciagura. Il Moschettiere, per esempio, vorrebbe tanto che io facessi come crede di fare lui: vorrebbe che facessi finta di niente, che sbollissi la cosa dentro e che, magicamente, dimenticassi. Puff! Tutto sparito. Così non dovrei nemmeno tirare fuori le vecchie storie durante le litigate.
Consapevole del fatto che in quella maniera potrei ottenere molto, evito comunque di agire da "gatta morta".
Quella specie di femmina che con (finta) dolcezza, (finterrima) femminilità ottiene tutto ciò che vuole da un uomo. Che quando vuole una cosa glielo fa capire con dolci giri di parole, in modo che lui pensi che una tanto ingenua donzella si meriti quel che desidera* .
O ancora, che quando litiga non litiga davvero. Piange e riesce a far sentire in colpa persino il più grande bastardo di questa terra.
No, io non ci riesco. Ho preso da mia madre l' enorme mancanza di diplomazia. A me piace essere diretta. Logorroica, eh? Ma diretta. Genuina, anche.
E mi piace che un uomo sappia che io parlo tanto, anche ai fiori, adoro i libri pesanti, impazzisco per lo shopping on-line, vivrei in India se potessi portarmi mio figlio.
 
Cioè, alla fine di tutto io mi dico: e per fortuna che esistono i tacchi e chi li sa portare. E anche i libri e la scrittura.
Grazie Dio, che hai inventato le scarpe e la carta. E grazie perchè poi hai inventato anche i blog.

p.s. sempre a proposito di femmine, Tosca ha partorito nel fieno sei piccoli, ma uno non ce l' ha fatta (non dite niente, vi prego). E' come se io avessi partorito una seconda volta, tanto è stato il coinvolgimento emotivo in tutta la faccenda.

Buona fortuna, Tosca. E buona fortuna, Nella.



*Che poi nel mio caso è anche semplice: i miei preferiti sono "Guerra e Pace", "Orgoglio e pregiudizio" e i libri sudamericani, a prescindere. Le piante mi piacciono tutte, tranne le azalee e poche altre. Le borse mi piacciono solo Chanel, YSL, Hermes (+ pochettes vintage, sempre a prescindere). Le scarpe devono avere il tacco. I viaggi mi piacciono sempre, meglio nel sud del mondo. I gioielli mi piacciono vecchi, tipo quelli delle nonne.

19 commenti:

bismama 2.0 ha detto...

Se parliamo di persone dirette, tiri in ballo anche me :DDD
Lo sai, anche io non amo "lasciar perdere" ma non per spirito polemico, proprio perchè odio di sapermi incazzata con qualcuno (o sapere un'altra persona incazzata con me!) io DEVO chiarire semrpe e comunque. Creare un altro punto di partenza. Poi, se è apprezzato, bene altrimenti io ho fatto il tentativo.

Alessandra ha detto...

Ciao, sono qui per la prima volta e mi sono divertita a leggere il tuo post, anche se non credo di averci capito molto (cioe', non conoscendo le altre persone in questione...). Comunque penso che questo ricordarsi di fatti avvenuti mille anni fa sia una cosa comune delle donne!

La parola conquistare... a dire il vero non ci ho mai pensato, sono un po' una che 'casca dal pero' o almeno cosi' dicono le mie amiche, mi faccio guidare solo dalle 'vibrazioni' perche' gli uomini manco li vedo fino a che non ne sono perdutamente innamorata, e di solito e' dopo diversi mesi di corteggiamento da parte loro! Quindi non credo di esercitare una parte molto attiva nel conquistare!
lol!!!!

buona domenica

ciao
A.

Anonimo ha detto...

Io condivido il tuo modo e quello di bismama...meglio chiarire le cose subito,non è possibile sbollire in noi stesse,personalmente c'ho provato, ma ne sono sempre scaturite discussioni surreali,perchè mentre io cercavo di sbollire,in realtà il mio cervello polemizzava ancora portando a suo favore ipotesi e pensieri sparsi...e alla fine ero più velenosa di prima. E poi io non vorrei che qualcuno arrabbiato con me,continuasse a fare come se niente fosse...no no no,meglio passare per rompine col tacco,ma essere amate per ciò che siamo, che essere amate per ciò che non facciamo...

LBM

p.s.: bellissimo post,come sempre!

PaolaFrancy ha detto...

@bis: lo so, lo so che in questo siamo molto simili...io, come te, DEVO spiegare, chiarire.
@alessandra: prima di tutto, benvenuta!
non so se questo fatto del rivangare il passato sia comune a molte donne...nel mio caso - soprattutto se in passato ci sono stati comportamenti che mi hanno dato PARTICOLARMENTE fastidio o se vedo che la persona non fa nulla per "redirmersi", allora è fatta. non mollo. NON MOLLO!!!
@LBM: assolutamente sì...chi mi ama mi segua. altrimenti si scelga una gatta morta, no?

Mamma Cattiva ha detto...

I miei amori più belli e più veri lì ho vissuti così, esattamente così, ma tutti con un triste epilogo perché si sono tutti rotti gli zebedei a furia di sentirmi tagliare il capello in dieci. Alla fine invece di continuare a perdersi nei miei occhi hanno preferito tapparsi le orecchie e procedere oltre. Tosto leggerti oggi.

franci e vale ha detto...

Hai una capacità di analisi che mi lascia sempre di stucco e mi piace! sei diretta anche nell'analizzarti...dopo averti letta, sono sicura che tutte siamo lì che pensiamo a come abbiamo fatto a conquistare....per quel che mi riguarda, gli uomini si sono sempre divisi in quelli che mi trovavano dolce e quelli che mi trovavano stronza! ;-D

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

Nooo la Smemoranda...l'ho riempita anche io per parecchi anni e ora ogni tanto vado a rileggermi. Giusto per ricordarmi che ero e cosa provavo da ragazzina...Per il resto, abbiamo parecchie cose in comune...anche io parlo, parlo e parlo...è più forte di me, non riesco a star zitta e devo sempre chiarire. La cosa non piace a tutti e ho perso un sacco di amiche (che poi tanto amiche non erano) proprio per la mia esigenza di dire sempre e comunque quello che penso...e quando discuto o litigo con Fantasticomarito divido pure io il capello in dieci, mi ricordo di frasi dette o non dette anche a distanza di tantissini anni e soprattutto do peso alle parole esageratamente...e cos'altro ti devo dire???...questa parte di me mi piace molto...mi fa sentire vera e sincera nel mio essere donna!!!

Elisa Stocco ha detto...

"Quella che durante una litigata vuole rompere il capello in 10, che si ricorda tutte le parole dette e le pesa con attenzione. La mia specialità, poi, sono i fatti retrodatati. Meglio se di mesi/anni."

Sembra una mia descrizione, io sono proprio una rompiballe con una memoria incredibile.

Ma perché non ti piacciono le azalee? Io adoro tutte le acidofile.
Poi adoro i gioielli con stile, mi piace BVLGARI, ma mi sono concessa solo il portafogli ed ho un braccialetto con charms anni '50, comprati e scelti uno a uno in molto tempo!

Besos

pollywantsacracker ha detto...

i miei (pochi) amori mi hanno sempre detto che ero una gran rompimaroni, per poi piangere una volta mollati: "tu sei diversa dalle altre". il donatore per la cronaca, che era quello con più esperienza in campo di donne, ammette che sono una rompimaroni ma meno di tante altre. con lui sono arrivata a lasciar perdere ogni volta che si litigava, però poi mi tenevo tutto dentro ed ero incazzata anche quando stavamo bene. son fatta così. la prossima volta meglio spaccare il capello in dieci.
bellissimissimi i cuccioli!

Arianna ha detto...

Oh nemmeno io sono tanto leggera! Ho appena scritto un post in merito, nel senso che l'oggetto del contendere, nella fattispecie è il sonno notturno, ma non lascio correre nulla!! Eppure duriamo da quasi 20 anni.
Sia chiaro nemmeno lui è tanto morbido, mica solo io!
vistodalei.splinder.com

caia coconi ha detto...

che bel post paola, mi viene di scriverne uno in tema anche a me!
comunque io son la tipa che gli uomini se li è sempre presi. non sono mai rimasta con la sensazione di non aver colto il fiore che volevo. e ho sempre lasciato io.
ma poi guarda caso ho sposato l'unico che mi ha corteggiata e conquistata. e che io non ho cercato di conquistare per prima.
non solo, avendo una gran carriera da rompicoglioni, con lui mi sono molto ammorbidita. nel senso che magari puntualizzo alcune cose, ma essendo lui un tipo che ascolta e accetta di intavolare le discussione (al contrario degli uomini del mio passato che facevano muro) ci ritroviamo a litigare veramente poco.
ecco, diciamo che lui non mi da' modo di tirare fuori il peggio di me e questa cosa mi da' molta serenita'.
ma oggi sono molto innamorata, magari domani ti potrei dare una versione diversa :D

FERGA ha detto...

Ciao paolo,
i cuccioli sono un amore (questo almeno lo posso dire).
Per quanto riguarda le discussioni, quoto Alessandra, è una peculiarità femminile quella di perdersi in mille particolari e intraprendere discussioni estenuanti e a volte sterili (io stessa durante i litigi arrivo ad un punto nel quale non ricordo da dove sono partita) e non risolvo mai nulla perchè alla discussione successiva riconcio da capo!
Un bacio
Anna

Lasissi ha detto...

Ciao Paola..ecccone un'altra che nella vita non riesce a spacciarsi per quello che non è!..impegnativa..questo è l'aggettivo che mi sono sentita ripetere più spesso..proprio perchè non sono capace di farmi andar bene le cose,perchè sono diretta,perchè non sono malleabile..perchè quando c'è bisogno metto i puntini sulle'i'e questo risulta scomodo..oh se è scomodo!..ma non mi sono mai nascosta,ho sempre avvertito dei rischi a cui uno va incontro tenendo questo pacchetto..:)

Cla ha detto...

io da brava capricorno ascendente ariete (una vera testa di biiiip) non mi tengo niente dentro nemmeno le stupidate, infatti sono sempre stata tacciata di essere una scassapalle...mi conoscono si innamorano e poi mi mollano perchè ho un brutto carattere....col tempo ho capito che mi apprezzo così come sono, ho smussato degli angoli, altri sto provando ancora a farlo anche se mi riesce difficile e l'uomo che ho accanto finalmente è uno che mi sa prendere, con dolcezza, pazienza e intelligenza!
stupendi i cuccioli, da mangiare di baci!!!!

Zia Atena ha detto...

Per prima cosa...AUGURI TOSCAAAAAA...i tuoi bimbi son stupendi!!!!

Passando a noi..beh..MENO MALE CHE ALMENO TU LI CONQUISTI...perchè da me fuggono..
Presente la Sora Camilla?? Tutti la vogliono e nessuno se la piglia!

Esattamente così, prima son tutti bravi a dire che sei diversa, che sei indipendente, che non sei na gattamorta..poi però la donna con le palle proprio non gli scende..e..AUF WIEDERSEHEN!!!!

Silvietta ha detto...

non smettere mai di pensare! per il parlare, deciderai tu se un giorno varrà la pena cambiare. invecchiando io mi sono ammaschiata ma visto che ci piacciono gli stessi libri ho il legittimo sospetto che la mia sia solo una maniera di preservare la pace - e di evitarmi gli errori delle generazioni precedenti. Ora però anche il mio femminile deve trovare un suo posto nell'equilibrio... per questo sei la mia guru! bacioni

PaolaFrancy ha detto...

Scusate, ero in ritiro spirituale a palermo...
Insomma, vedo che si tratta di un "mal" comune...(e il mezzo gaudio???) :D
@mc: mamma, quanto mi vedo difficile pure io...

Lanterna ha detto...

La prima volta che ho avuto una storia "seria" avevo 20 anni e lui 34. Cercavo di essere sempre conciliante, di non litigare mai, eccetera. Mi sono comunque presa un calcio nel culo nel momento in cui lui ha capito che non ero la sua bambolina.
Dopo di lui, ho detto basta. Ho deciso che con il prossimo mi sarei mostrata per quella che ero, anche peggio, in modo che l'eventuale marcio venisse a galla da subito.
Quando ho conosciuto Luca, ho agito esattamente così. E ho fatto bene, perché il nostro rapporto si è impostato sulla schiettezza e sul confronto.

Pellegrina ha detto...

Condivido ogni parola...