lunedì 20 febbraio 2012

Acqua

E dopo la neve, la pioggia.
Pensavo che il rischio precipitazioni fosse ormai remoto. Precipitazioni in genere, intendo. Ormai nella mia testa non avrebbe dovuto nevicare/piovere/grandinare fino al prossimo autunno (sì, sì, più avanti mi sarei pentita amaramente di questo spergiuro se si fosse avverato e mi fossi trovata ad annaffiare l' orto ore ed ore in pieno luglio). Comunque. Per me oggi non avrebbe dovuto piovere.
Per questo sono uscita con delle mary jane's in cavallino, la borsa sbagliata (e questa in realtà non è colpa delle nuvole) e dei lunghi pantaloni ampi color cammello che ormai hanno il fondo bicolore. Aggiungo che non ho nemmeno il mio cappello.
Sono arrivata in ufficio con l' acqua fino alle caviglie (calcolate i cm di tacco!), ho aperto la posta e mi è arrivata una newsletter, una delle solite che parlano di tendenze.
Il titolo era: "It's a season to swim with the fishes". Ho pensato ad una candid camera. Ma mi sono subito ricreduta perché ho realizzato che i miei colleghi sarebbero mai potuti arrivare a cotanta finezza. Infatti, aprendo il cassetto della scrivania, ho trovato una fotocopia a colori formato A3 della Gazzetta dello Sport dove padroneggiava il titolo "L' Inter a picco" e ho capito che lo scherzo era quello (W Inter sempre e comunque).
Tornando alle tendenze di quest' estate. Sembra che una di queste sia quella di indossare nella vita di tutti i giorni capi scuba (da immersione).
Io mi rifiuto.
Rispetto ad una tutina in neoprene, non è forse migliore l' immagine di una graziosa fanciulla che corre saltellando per evitare le pozzanghere con un paio di scarpine in cavallino, i capelli bagnati e le palle girate?

12 commenti:

luby ha detto...

Ecco, alzo la mano...
Zuppa fin nel midollo anche io....
Qui tira anche un vento infame, che se mi guardi a sinistra sembra tutto ok, a destra sono zuppaaaaa ma zuppaaaaaa!!!!
Che giornataccia.....

Pellegrina ha detto...

Coi pantaloni di cammello e le Mary Jane si naviga ovunque. Altro che tenuta da sub - in neoprene! e cos'è? Tsè.

franci e vale ha detto...

Oltre il "w Inter" che trova d'accordo tutta la famiglia, la frase fantastica è quella finale: la fanciullina che saltella col le scarpette in cavallino mi ha fatto morire dal ridere!! D'accordissimo!!!!

Silvietta ha detto...

negativo per il neoprene, adorabili le palle girae della ragazzina con le mary jane's in cavallino ;)

serenamanontroppo ha detto...

No al neoprene nella vita di tutti i giorni, ma stiamo scherzando? Piuttosto dicci, che ne è delle scarpette di cavallino? la pioggia le ha rovinate? Adoro le scarpe e non sopporto che la pioggia possa danneggiarle, quando piove entro in panico e mi metto a selezionare la scarpa che potrà rovinarsi di meno.

Biancume ha detto...

l'immagine di te leggiadra che saltelli tra le pozzanghere è deliziosa ma io confesso non so cosa siano le mary jane's , me tapina, ho bisogno di ripetizioni. Ho provato a cercare su google ma dal risultato ottenuto non mi sembrano scarpe da te

PaolaFrancy ha detto...

vedo che tutte siete contro il neoprene e questo mi consola :)

@biancume: le mary jane's sono scarpe chiuse con un cinturino sul collo del piede. sono un must....quindi corri subito a comprarne un paio! ;)

mogliemammadonna ha detto...

Concordo! Meglio bagnata.

Pellegrina ha detto...

Cara Paola, sperando che tu abbia asciugato ben bene le MJ davanti al camino, ricomincio con le domande. La prima: sono a Parigi per un po'. Avresti mica qualche posto/must da esplorare assolutamente, tenendo presente che cerco soprattutto gonne/tailleur/pantaloni/maglioni di lana lanissima caldissima pesantissima? Grazie, come sempre.
P.s.: ovviamente, io e Bill Gates non abbiamo lo stesso portafogli ;-)

PaolaFrancy ha detto...

cara pellegrina,
a parigi io vado praticamente solo per negozi e mercatini vintage. non so se tu sei interessata - se sì, ti mando un elenco di posti carini :)

per il resto, secondo me meritano les prairies de paris (c' è in due posti, uno a saint germain - gusto lineare, pulito) e manoush (questo caro ma mooolto carino - un bellissimo mix di india e parigi)

fammi sapere se hai bisogno di altre informazioni :)

ciao
paola

Pellegrina ha detto...

sì, certo, mi interessa il vintage! e mi sono già annotata gli altri posti che mi hai indicato, penso proprio che mi piaceranno :-) grazie!

PaolaFrancy ha detto...

cara pellegrina, per il vintage, fatti un giro da ragtime...bellissimo.
oppure violette & léonie o ancora chinemachine a montmartre :)

ma poi ci sono tantissimi mercatini e mille altri negozietti.

sai, qualche anno fa mi sono offesa perché in un viaggio ho incontrato due ragazze americane che dicevano di essere venute in europa con questi propositi:
1)visitare la spagna per divertirsi;
2)visitare la francia per lo shopping;
3)visitare l' italia per il cibo.
!
al momento me la sono presa, ma poi ho pensato che avessero ragione. la francia è piena di negozietti dove si trovano pezzi unici e non solo...e parigi è l' apoteosi!!! altro che italia! :)

divertiti a parigi!
un abbraccio
paola