domenica 17 marzo 2013

Racconti al ritorno dalla città eterna

Non andavo a Roma da sette anni, da quando avevo Francesco nella pancia. Quella volta era stata una faticaccia: il mio collega romano mi aveva portata a destra e a manca e di locale in locale, ignaro del mio pancione e, soprattutto della mia impossibilità di bere alcolici.
Anche questa volta è stata una bella maratona (anche nel senso proprio del termine, visto che oggi c' era davvero la maratona di Roma), ma come sempre estremamente ricca sotto tanti aspetti. Continuo a pensare di essere fatta per vivere al sud del mondo, in quei posti dove le persone si fanno sentire.
Francesco era disorientato all' inizio, ma poi si è fatto trascinare da quella parlata coinvolgente.
Ne parlerò, di Francesco e Roma. E della loro prima volta.

Comunque ora siamo a casa, sommersi dalla neve, nella nostra veranda sulle colline.
Aspettiamo la festa del papà e vi regaliamo una piccola idea per fare felici i vostri. Io penserò al mio e credo proprio che troverò il coraggio di chiedere a mia mamma le loro foto in giro per Roma. Così, mi è venuta voglia di vederle.


6 commenti:

franci e vale ha detto...

Cara Paola ero anch'io a Roma ieri!!!!
Quanto mi sarebbe piaciuto incontrarti.......anch'io non ci andavo da anni e l'ho trovata ancora più bella, nonostante il tempo incerto. Ogni angolo di strada c'è uni s orcio mozzafiato, è incredibile......e oggi, sommersi dalla neve pure qui!
Un bacio

Marta P. ha detto...

Avete assistito anche all'Angelus?

Questa volta, vista attraverso gli occhi di Francesco, avrà avuto tutto un altro "sapore"...


Anonimo ha detto...

quanta bellezza in quella città! consigli per una breve gita in aprile, io e Lavinia di 7 anni?
Federica

Marta P. ha detto...

ma il tuo blog si è mangiato il mio commento della settimana scorsa?! ;)

PaolaFrancy ha detto...

@franci e vale: ma dai??? ma che peccato, avremmo potuto conoscerci! :(
@marta p: in realtà no, perché c' era troppa confusione. ma siamo andati il giorno prima a vedere la famoa finestra :)

PaolaFrancy ha detto...

@federica: sinceramente ti consiglierei di scegliere qualcosa di storico e qualcosa di meno impegnativo per una bambina (tipo la gita alla bocca dela verità), in modo che non si stanchi troppo e assimili qualche nozione storica senza annoiarsi.
francesco ha adorato il colosseo! se hai bisogno (e se non è troppo tardi), ti posso dare il riferimento di un' amica archeologa che lavora in modo meraviglioso con i bambini! :)